• mamytales

Cosa mi ha insegnato la quarantena. Il piacere di restare a casa!

Updated: Sep 14

You can read this article in English here.


Quando è stata annunciata la quarantena, e ci è stato chiesto di restare a casa, molti di noi non erano affatto contenti.


La prima settimana per me è stata la più dura. Questo perché, prima, ognuno in famiglia aveva la sua routine quotidiana, e tutte le nostre routine si incastravano l’un l’altra a meraviglia. Con la quarantena invece cambiava tutto, letteralmente dalla sera alla mattina. Stare insieme 24 ore al giorno nel weekend è diverso dal farlo durante la settimana, ogni giorno della settimana.


Però adesso, dopo ormai diverse settimane in questa situazione, posso chiedermi: che cosa ho imparato?


1. Il valore del tempo


Prima di questo periodo non avevamo mai tempo di soffermarci ad osservare i piccoli dettagli che cambiano intorno a noi. Non avevamo nemmeno il tempo di accorgerci che il tempo stesso scorreva. Eravamo sempre di corsa. Ora diamo più valore al tempo, lo assaporiamo di più, sia come coppia che come famiglia.


2. La bellezza intorno a noi


Avere un bambino piccolo, dovergli insegnare e mostrare le cose del mondo, ti permette di scoprire tanti particolari che normalmente dai per scontati. Grazie a lui, per esempio, abbiamo visto gli alberi passare da completamente spogli a coperti di foglie giorno dopo giorno, riuscendo quasi a percepire le minime variazioni quotidiane. La stessa cosa con i fiori che sbocciano e le nuvole che danzano nel cielo.


Quante volte, prima della quarantena, vi fermavate a osservare che il cielo sopra la vostra testa non era uno sfondo fisso, ma qualcosa di dinamico in continuo movimento? Quanto spesso vi accorgevate che la natura intorno a voi si modificava giorno dopo giorno, in un movimento continuo (e non a intervalli discreti, del tipo “Oh, il mese scorso questi alberi erano spogli, ora sono pieni di foglie.. Non me ne ero resa neanche conto”)?


Abbiamo anche imparato a fare cose che normalmente non avremmo fatto, come uscire a passeggiare sotto la pioggia. Tutto questo grazie al nostro bambino, perché per lui ogni giorno è bello e merita di essere scoperto in ogni particolare, che ci sia il sole o le nuvole o la pioggia.


3. Accettarsi e rispettarsi


Abbiamo dovuto imparare ad accettare e apprezzare la presenza di altri membri della famiglia anche in momenti che prima erano soltanto nostri. Questo significa stare insieme 24 ore su 24.


4. L’importanza di pianificare


Quando stiamo fuori casa tutto il giorno per lavorare, sono i nostri impegni ad imporci una routine. Lavorando da casa ci sono meno punti fissi, siamo noi responsabili di gestire l’agenda e, perché no, di includere un po’ di tempo per la famiglia nelle ore che normalmente ci vedrebbero concentrate sul lavoro.


Pianificare la giornata in anticipo, e attenersi al piano, è importante per riuscire a coordinare il tutto.


5. Mangiare sano


Quante volte abbiamo mangiato un panino di corsa in ufficio, magari lavorando davanti al pc? E quante volte non lo abbiamo fatto ora che siamo a casa? Certo, ora abbiamo più tempo e la nostra cucina a disposizione, ma uno dei motivi è anche che dobbiamo insegnare al nostro bambino a mangiare in modo sano. Come di dice: dare il buon esempio.


E poi volete mettere essere diventate delle cuoche provette e sorprendere i nostri mariti/figli con le ricette più elaborate?

So che la quarantena non è uguale per tutte. Là fuori ci sono persone che soffrono per tante ragioni diverse: situazioni finanziarie precarie, depressione, solitudine, violenza famigliare.. Per loro questa quarantena ha rappresentato solo un problema e non c’è stato proprio nulla di buono da scoprire. Se conosciamo qualcuno in questa situazione, dobbiamo aiutarlo o almeno stargli vicino.


A volte, anche solo ricevere una chiamata può farci stare meglio.


Ho sentito dire molte volte che questa quarantena ci cambierà, così come cambierà il nostro modo di agire e vedere le cose. La gente pensa sul serio che in futuro saremo più responsabili e solidali. Francamente, credo che queste buone intenzioni siano più che altro il frutto delle forti sensazioni che stiamo vivendo, che poco a poco la vita riprenderà il suo corso normale e che la gente tornerà alle vecchie abitudini.


Le vecchie abitudini sono dure a morire!



 
 

©2020 by Mamytales

  • Facebook
  • Instagram